Formicaleone

Narrativa

Speranza di vivere, speranza di morire. ‘Aspettando i naufraghi’ di Orso Tosco

Immaginiamo un luogo fuori dal tempo, in cui di tempo ne rimane poco perché la morte si avvicina nella sua forma più brutale. Immaginiamo poi un esercito di uomini che hanno deciso di dedicare il resto della propria esistenza alla distruzione di tutto e di tutti e di farlo rinunciando alla parola e al compromesso. …

Speranza di vivere, speranza di morire. ‘Aspettando i naufraghi’ di Orso Tosco Leggi altro »

Fame primitiva: la storia di Calafiore

Quella di Calafiore, Pino Calafiore, è una vita esente da ogni sorta di soddisfazioni. Il solo conforto, gioia apparente e transitoria, gli viene dal trangugiare qualsiasi cibo gli capiti sottomano, per tentare di riempire quella voragine interiore che dai tempi dell’università sembra non riuscire a trovare appagamento. In realtà Calafiore, archivista bancario di 49 anni …

Fame primitiva: la storia di Calafiore Leggi altro »

Un uomo, due cadaveri e migliaia di libri dimenticati

Le verità cambiano con i secoli  La morte di due fratelli all’interno di una grande casa ai piedi di un lago, è  l’escamotage narrativo di un prezioso libello che conta appena centoundici pagine. Due fratelli dunque, di cui sappiamo poco e niente: è facile figurarseli soli, decrepiti, magari anche burberi, è istintivo immaginarseli, ben prima …

Un uomo, due cadaveri e migliaia di libri dimenticati Leggi altro »

La giornata iniziò male – In memoria di Luis Sepúlveda

Di IOLE CIANCIOSI La giornata iniziò male, così comincia un tuo libro. Questa giornata inizia male. Era novembre, mi sembra. O sbaglio. I ricordi adesso sono confusi. Ed è triste pensare quanto sia strana la tua morte, la morte di un grande scrittore in un modo così contemporaneo, così comune. E adesso, che sono le …

La giornata iniziò male – In memoria di Luis Sepúlveda Leggi altro »

Noi e gli altri, una distanza (in)colmabile. “La notte della felicità” di Tabish Khair

Quel che accade nei piccoli spazi fra le persone è così vasto che spesso misurarlo risulta impossibile Anil Mehrotra è un brillante imprenditore di fede induista che ha compiuto i suoi studi in America, alla Columbia University , e che proprio negli Stati Uniti ha incontrato la sua futura moglie, una scrittrice. Grazie ai prestiti …

Noi e gli altri, una distanza (in)colmabile. “La notte della felicità” di Tabish Khair Leggi altro »

Schivare tutto ciò che è prevedibile : “Teorie della comprensione profonda delle cose”

Colgo infine l’occasione, nel salutarvi, per mettervi a parte del pro- getto su cui sto fantasticando in questi giorni. Tre anni scarsi di lettura di romanzi e critica letteraria e la scrittura di quasi trecento pagine di tesi dottorale mi hanno destinato a una profonda idiosincrasia per il mondo accademico: ho quindi intenzione, essendo la …

Schivare tutto ciò che è prevedibile : “Teorie della comprensione profonda delle cose” Leggi altro »

Gesualdo Bufalino dialoga con Ezio Sinigaglia

Gesualdo BufalinoPerché si scrive, mi chiedo. Perché ci si affanna a tessere sogni e raggiri, si dà corpo a fantocci e fantasmi, si fabbricano babilonie di carta, s’inventano esistenze vicarie, universi paralleli e bugiardi, mentre fuori così plausibile piove la luce della luna nell’erba, e i nostri moti naturali, le più immediate insurrezioni dei nostri …

Gesualdo Bufalino dialoga con Ezio Sinigaglia Leggi altro »

Metamorfosi e sogni possibili. Dalle illusioni di Escher al risveglio di Kafka (passando da Dostoevskij)

Metamorfosi: sostantivo femminile. Parola di origine greca: trasformare, mutare forma, cambiare aspetto, cambiamento morfologico e fisiologico tipico di alcuni insetti. Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese, con un maniacale controllo geometrico e matematico del disegno creò un genere artistico personale e inimitabile. Nei suoi progetti gli inganni visivi svelano una realtà che vive della …

Metamorfosi e sogni possibili. Dalle illusioni di Escher al risveglio di Kafka (passando da Dostoevskij) Leggi altro »

Un giorno a caso leggendo “A caso” di Tommaso Landolfi

“Sembra proprio che dobbiamo contentarci di gioie ambigue, torte e per giunta fuggevoli” Tommaso Landolfi, Un petto di donna A caso è la raccolta di racconti che nel 1975 valse a Tommaso Landolfi il Premio Strega. Tredici racconti perturbanti che si insinuano nella mente del lettore e come piccoli vermi si nutrono di ogni suo …

Un giorno a caso leggendo “A caso” di Tommaso Landolfi Leggi altro »