Formicaleone

Luoghi

La pazienza di un campo

I ragionamenti che cercherò di mettere in forma di parola, partono dalla storia di un campo, ma non uno qualsiasi anzi, un campo pianeggiante. Un bel campo pianeggiante in montagna, una rarità e per questo desiderato e conteso. Racconta la storia Maurizio Sentieri nel suo L’ultima Transumanza, Rubbettino Editore e queste sono le parole esatte per descriverlo: «Un …

La pazienza di un campo Leggi altro »

Innovazione e patriarcato: organizzare l’abbandono

Scrivere un Manifesto sulle aree interne in un festival musicale, pianificare una strategia abitativa in pieno lockdown, ricostruire una medicina territoriale attraverso la poetica dello sguardo e l’alfabeto della cura, digitalizzare i territori e le imprese senza un piano strutturale, alfabetizzare intere fasce di popolazione lasciate in ombra da sempre. Fare un elenco delle buone …

Innovazione e patriarcato: organizzare l’abbandono Leggi altro »

Dobbiamo salvare i paesi.

Dobbiamo salvare i paesi, dicono, e poi dicono ancora, dobbiamo salvare l’Appennino. A giusta ragione rifletto; che ne sarebbe di tutti quei paesi abbandonati, restituiti alla natura, lasciati a sfaldarsi, vederli crollare pezzo dopo pezzo mentre le ultime persone scappano verso una vita solo all’apparenza migliore?Soppeso i concetti come sorseggiassi una bevanda mai assaggiata, faccio filtrare …

Dobbiamo salvare i paesi. Leggi altro »

Il frame dell’arcaicità, l’invenzione del privilegio di vivere nei paesi

Finalmente l’estate, che lascerà alle spalle un consumato argomento, quello dei paesi, per fare spazio agli imprenditori del vento e del sole verso cui non ci sono particolari obiezioni. Mentre si era impegnati a capire come fare smartworking nei borghi e trasformarli in coworking per ricchi, si sono compiute delle scelte, che trasformeranno i paesaggi …

Il frame dell’arcaicità, l’invenzione del privilegio di vivere nei paesi Leggi altro »

Un territorio immaginato

A supporto di quanto affermato nel precedente articolo arriva una ricerca condotta dall’antropologa Maria Molinari racchiusa in una pubblicazione voluta dal comune di Berceto in collaborazione con la regione Emilia Romagna e intitolata «Un territorio immaginato – vecchie e nuove migrazioni in un paese d’Appennino».  In special modo, nel quinto capitolo, l’autrice approfondisce la definizione di …

Un territorio immaginato Leggi altro »