Formicaleone

Redazione

Cinque poesie inedite di Federica D’Amato

Federica Maria d’Amato (1984) si occupa di letteratura e lavora nel campo dell’arte e del giornalismo. Laureata in Lettere moderne, specializzata all’estero in Filologia catalana, dopo aver viaggiato in tutto il mondo, è tornata nel suo Abruzzo. Ha pubblicato le raccolte di poesia La dolorosa (Opera, 2008), Poesie a Comitò (Noubs, 2011), Avere trent’anni (Ianieri …

Cinque poesie inedite di Federica D’Amato Leggi altro »

La tradizione sciasciana nei romanzi di Salvatore Mugno

Gli intellettuali non esistono più, dice comune vulgata. Men che mai risulta possibile che questa specie conservi qualche suo superstite in terra trinacria. Arriveremmo a tacciare di insania chi afferma di essere a conoscenza di un raro esemplare in via d’estinzione e di sapere, altresì, che quest’ultimo risiede nel territorio di Trapani, provincia che fu …

La tradizione sciasciana nei romanzi di Salvatore Mugno Leggi altro »

L’attualità e il destino post industriale ne “La dismissione” di Ermanno Rea

«L’espressione malinconica dei tuoi occhi, la tua aria tra rassegnata e distratta, i tuoi gesti molli… ecco un buon punto di partenza. Che cosa c’è dentro di te in questo inizio avanzato di millennio?»Bella domanda per cominciare un libro. Una grande desolata radura, che cos’altro potrebbe esserci? Ermanno Rea, La dismissione Quando ero piccolo per …

L’attualità e il destino post industriale ne “La dismissione” di Ermanno Rea Leggi altro »

A scuola di insensibilità di VINCENZO GAMBARDELLA

Attenzione! mi rivolgo agli insegnanti sensibili, non a quelli che non lo sono. “Beati voi che siete insensibili” recitava il glorioso Vittorio Gassman. Ma questa insensibilità è davvero così beata? Mi viene di dire no, perché è sintomo di superficialità, consiste nel concepire tutto in modo banale, del tipo: è il caso che ci determina; …

A scuola di insensibilità di VINCENZO GAMBARDELLA Leggi altro »

La poesia dev’essere un ponte tra la gente comune: intervista a Sotirios Pastakas

Sotirios Pastakas nasce nel 1954 a Larissa nella bella Tessaglia,  terra del leggendario Achille, come pure dell’argonauta Giasone, oltre che di creature mitologiche  tra cui i Centauri, i Mirmidoni. Giunge in Italia, (a Napoli nel 1972 e dal 74 a Roma), per studiare Medicina. Successivamente torna ad Atene e consegue la specializzazione in Psichiatria e …

La poesia dev’essere un ponte tra la gente comune: intervista a Sotirios Pastakas Leggi altro »

Carlo Vallini, il poeta crepuscolare offuscato dall’ombra di Gozzano.

La corrente letteraria crepuscolare si sviluppò in Italia all’inizio del 1900 e l’immagine del crepuscolo non è utilizzata casualmente: essa sta ad indicare uno spegnimento, una perenne situazione di fine che investe chi scrive. I crepuscolari non hanno particolari emozioni da raccontare, ma nei loro versi sono principalmente trascinati da una forte malinconia. Senza avere …

Carlo Vallini, il poeta crepuscolare offuscato dall’ombra di Gozzano. Leggi altro »