Formicaleone

Anna RIZZO

Gli invisibili delle aree interne: i giovani.

I paesi assediati dalla miseria non hanno il volto degli emaciati e delle case grotta, ma dell’abbandono e di chi non se ne può andare.La recente propaganda istituzionale sul ritorno a vivere nelle province si gioca sul futuro degli invisibili delle aree interne: i giovani. Ragazze e ragazzi che non lavorano, non studiano e non …

Gli invisibili delle aree interne: i giovani. Leggi altro »

Innovazione e patriarcato: organizzare l’abbandono

Scrivere un Manifesto sulle aree interne in un festival musicale, pianificare una strategia abitativa in pieno lockdown, ricostruire una medicina territoriale attraverso la poetica dello sguardo e l’alfabeto della cura, digitalizzare i territori e le imprese senza un piano strutturale, alfabetizzare intere fasce di popolazione lasciate in ombra da sempre. Fare un elenco delle buone …

Innovazione e patriarcato: organizzare l’abbandono Leggi altro »

Il frame dell’arcaicità, l’invenzione del privilegio di vivere nei paesi

Finalmente l’estate, che lascerà alle spalle un consumato argomento, quello dei paesi, per fare spazio agli imprenditori del vento e del sole verso cui non ci sono particolari obiezioni. Mentre si era impegnati a capire come fare smartworking nei borghi e trasformarli in coworking per ricchi, si sono compiute delle scelte, che trasformeranno i paesaggi …

Il frame dell’arcaicità, l’invenzione del privilegio di vivere nei paesi Leggi altro »

La fine dei paesi, la rottura di una tradizione.

La fine della pandemia segnerà la fine di molti paesi e frazioni. Luoghi che vivono in un lockdown da sempre, evaporeranno. Chi rimane, verrà assorbito dalla loro fusione, rimanendo un abitante satellite di tanti luoghi testimoni.  Paesi che hanno vissuto nell’oblio, nella trascuratezza, nel pubblico scandalo di amministrazioni corrotte, commissariate, sciolte per mafia, fallimentari, dove …

La fine dei paesi, la rottura di una tradizione. Leggi altro »

Rovinologi: violare case private come atto poetico

Nei paesi demoliti dalla noia, può capitare che escursioni si trasformino in piccole avventure illegali. Quello che sembra un gioco, può convertirsi, in pochi minuti, in un puro atto vandalico. Individuare una casa “abbandonata”, un paese con pochi abitanti, o un borgo con evidenti segni di spopolamento, e sentirsi ad un tratto investiti dal desiderio …

Rovinologi: violare case private come atto poetico Leggi altro »