Formicaleone

Tre poesie di Sandro Angelucci

ESIGUITÀ

Se le ali bianche degli aironi 
se i rami fioriti dei pruni
fossero sufficienti
a coprire le nefandezze
ed i cattivi odori,
saremmo ancora in tempo.
Ma non lo siamo stati mai.
E adesso
prendetemi pure per iettatore.
Quando capirete
-ma veramente-
che proprio l’esiguità
di tutti questi voli,
di tutti questi fiori
ci salverà di nuovo?

LE MELE VERDI

Se t’imbatti in un albero di mele
chinati a raccogliere
quelle cadute a terra.
Non arrampicarti, non ce n’è bisogno.
I rami sono le braccia
del tempo.
Non rischiare di romperli salendo.
Finiresti con il farti male
se puntassi al frutto più alto,
a quello più maturo
al più bello.
Se invece pazienterai
in principio mangerai le mele verdi
(e non saranno
aspre come credi)
poi, una dopo l’altra,
saranno le più buone, le più rosse
a scendere dall’albero.
Ti sfamerai
ma soprattutto avrai capito
che sfidare la gravità non è saggezza.
E chi lo fa
è destinato solo ai frutti acerbi.

LASCIATEMI IL NIENTE

Io voglio solo il niente,
del resto non so che farmene.
Tenetevi pure
queste parvenze di felicità:
potere, soldi, fama,
sorrisi impomatati sfatti
che nascondono la vostra identità.

E tenetevi
anche l’apparenza,
la falsità
degli affetti comprati a buon mercato,
l’amore per gli animali, l’ecologia,
i documentari sulla natura,
sui primitivi.

Tenetevi tutto
ma lasciatemi il niente
perché da lì sono ripartito:
dalla poesia,
che a nulla serve
ma mi fa vivere davvero.
Sempre.


Poeta e critico letterario, saggista, Sandro Angelucci vive a Rieti dove è nato. Ha pubblicato: in poesia, Non siamo nati ancora (Sovera Editrice, Roma) , Il cerchio che circonda l’infinito, Verticalità (Book Editore, Ro Ferrarese), Si aggiungono voci (Lietocolle Editore, Faloppio) Titiwai (Giuliano Ladolfi Editore, Borgomanero);  e, per la saggistica, Di Rescigno il racconto infinito, monografia prefata da Giorgio Bȧrberi Squarotti (Blu di Prussia Editore, Monte Castello di Vibio) . E’ presente in varie antologie, tra le quali Inchiostri digitali nella prestigiosa collana Ricerche dell’editore Eugenio Rebecchi  (Blu di Prussia, ottobre 2016). È membro del comitato di redazione di riviste del settore. Un suo profilo critico – periodicamente aggiornato – è inserito nei volumi della “Storia della letteratura italiana. Il secondo Novecento” e nel “Dizionario degli Autori italiani contemporanei” per Guido Miano Editore in Milano.

(In copertina: foto di Raffaele Auteri)

1 commento su “Tre poesie di Sandro Angelucci”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *