Formicaleone

DUE POESIE DI Salvatore Sblando

NON DEVI PIÙ SCRIVERE POESIE
 
“Non devi più scrivere poesie
per me”
mentre si appresta 
un nuovo garbuglio
risuona nella mia testa
il tuo puntiglio
 
È forte lo sguardo
ad inchiostro
e nulla valgono
i divieti
E sapendo 
d’essere forte
come forti sono gli anni 
passati 
senza un tuo abbraccio
nulla scalfirà
il desiderio
d’amare per te
anche l’eterno
 
Torino 5 giugno 2018

IL DONO
 
L’indugio merita ogni attimo 
      di tempo 
sull’osso  
       laterale  
   di entrambi gli alluci.
Seguire col respiro
i contorni
dei tuoi piedi 
   mentre puntano 
indefiniti un orizzonte  
è ciò su cui
di questa scena 
e panorami di personaggi 
val la pena poggiare 
ogni stanchezza 
 
mentre al tatto 
      delle mie mani 
attendo 
   il tuo arrenderti a me
Ferocemente
 
Torino 04/04/2020


Salvatore Sblando nasce nel 1970 a Torino dove risiede e lavora in qualità di dipendente della locale azienda di trasporti. Sue liriche sono pubblicate in antologie e blog letterari. 
Membro del Comitato di lettura della Casa editrice La Vita Felice, partecipa attivamente a reading e manifestazioni poetiche. La sua opera prima Due granelli nella clessidra (LietoColle 2009) è giunta alla seconda edizione. 
Attivo nel panorama letterario torinese, è fondatore e collaboratore di alcune associazioni culturali. Fra i curatori di diversi festival letterari, a gennaio 2015 inaugura Aperipo-Etica, rassegna di cultura, poesia e letteratura contemporanea. 
All’interno del proprio LIT(tle) Blog (www.larosainpiu.org) è solito ospitare le migliori voci del panorama poetico italiano.
A fine settembre 2014 pubblica il suo secondo libro di poesie, Ogni volta che pronuncio te (La Vita Felice). Il 15 gennaio 2016, insieme ad Anna Maria Scala e Diana Battaggia, fonda l’Associazione culturale Periferia Letteraria. (www.periferialetteraria.org

(In copertina: foto di Valentina Di Cesare)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *