Formicaleone

Sette poesie di Cetta Brancato

Ancora grumo inviolato
vorrei darti un destino.
Ma, muta, la natalità
nelle ossa spinge
l’anima nuova.
Odori di frutta speziata.
Invasa ti compongo
con il sangue e impreciso talento

Le diciannove e dieci
sull’orologio a parete.
Caviglie, polsi
avvolti in lacci al neon.
Già fiore marino,
nella schiuma del ventre
schiudi il grido nella rapida
brezza del bisturi.
E i tuoi occhi osano la luce
nell’unico dolore che,
ancora, mi espone all’amore.

Con fili sei nata,
certa del fiato,
avvolta in doppia
placenta di dubbi.
E cuci il sorriso
del mio impreparato stupore.
Non generare irrigidisce
la postura dell’anima.

E apparsa, figlia,
non sai dove ci accompagna
il benevolo ruotare del giorno.
Senza denti, la vita morde
con il palato duro.
Con idee di latte germogli
nell’odore acre dei panni.
Divento madre nel sentire
il tuo peso sulle braccia.

La carrozza sulla neve
Raccolta fra le coperte
ti ancori al mattino.
Odoriamo del sudore del cavallo,
dell’ardore delle vette.
Nell’incalcolabile candore
respiri il futuro divenuto carne.

Ascolti gli spiriti che mi abitano:
gli spenti e i sopravvissuti.
Nel frettoloso ingorgo del presente
infiammi veli e specchi.
Saremo viso a viso
nel vermiglio cordone che resiste

Non avrò nulla da lasciarti
se non un’invisibile pazienza.
Ma avrai stupore
di avermi già vissuto
e io d’essere nata nella morte.
Ci scambierà la sorte
nel solo binario del respiro.
Sarà la porta schiusa
nel tremore d’esserti anima.


CETTA BRANCATO vive e lavora a Palermo. Scrittrice e drammaturga, autrice di numerose opere teatrali, rappresentate in molti teatri italiani, ha lavorato con Andrea Camilleri, Antonio Raffaele Addamo, Luciano Melchionna e altri registi, firmando la sceneggiatura del film  Con gli occhi di un altro, tratto dalla sua opera dal titolo 19 luglio 1992, data della strage di Via D’Amelio. Nel 2010 il film ha ricevuto una menzione speciale all’ I’ve Seen Films per l’originalità della lingua. L’opera intera è stata pubblicata dalla casa editrice Kalòs di Palermo, con la prefazione di Andrea Camilleri. Ha  inoltre pubblicato Canto per Francesca ( Edizioni Melampo, 2017), Giostre (La Vita Felice, 2018) Mai stata al mondo (Edizioni Neomediaitalia, 2015), Eclisse (Qanat Edizioni, 2018)

(In copertina: foto di Raffaele Auteri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *