Formicaleone

Notturno (per V.) di RENATA ASQUER

Latrati lontani
La luna cade
Sui pioppi di pietra.
I rami neri in segreto
fremono di luce
nell’aria di vetro.
Le case celano
parole spezzate
scoppi di risa
promesse ingannate.
Voglio andare laggiù
dove danzano le fate.
A respirare l’inverno
tra l’erba bagnata
che canta l’eterna ballata.


Renata Asquer è nata a Varese ed è discendente da un’antica famiglia nobile sarda. Ha insegnato lettere per diversi anni e la scrittura è da sempre la sua passione. Tra i suoi libri, due biografie  romanzate, La Triplice anima. Vita di Fausta Cialente e La grande torre. Vita e morte di Dino Buzzati i romanzi Le luminarie. Vita di Isabella de Capua Gonzaga e Soldamore, la raccolta di racconti Memorie dal labirinto, e altri. Nel 2019 uscirà il suo nuovo romanzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *